Come Creare un Blog Aziendale di Successo

Hai un’azienda e desideri creare un blog aziendale di successo ma non sai come crearlo in modo efficace?

Se hai già un sito aziendale e desideri affiancarvi un blog oppure non hai ancora nessuna presenza su Internet e desideri creare tutto da zero.

In entrambi i casi hai assolutamente bisogno di un piano di content marketing per strutturare il tuo nuovo blog per raggiungere gli obiettivi della tua azienda.

Perché aprire un blog per l’azienda?

Sembrerà scontato a molti, ma sono ancora poche le aziende nel territorio italiano che hanno un blog. E sono ancora meno le società che hanno un sito aggiornato!

Il blog è un asset per un’azienda, non una spesa!

Spesso si può pensare che il blog vada fatto Perché è così che si fa oppure perché lo fanno tutti i concorrenti.

In realtà se crei qualcosa di fatto bene e con un obiettivo potresti stupirti dei risultati che la tua compagnia potrà ottenere in termini di nuove vendite o clienti acquisiti.

Basti pensare che esistono varie aziende italiane che usano il blog come fonte primaria o persino esclusiva di acquisizione lead. Infatti utilizzando una newsletter potrai inviare agli iscritti del blog i tuoi messaggi promozionali, alternati a contenuti di valore.

Mese dopo mese la tua lista di iscritti crescerà e avrai un numero di lead sempre maggiore che potrai provare a trasformare in vendite tramite varie tecniche di marketing.

Creazione del blog

A livello pratico, dopo aver visto la guida su come creare un sito WordPress in pochi minuti, dovrai scegliere una grafica premium e installare i plugin per aggiungere funzionalità al sito.

La grafica è molto importante per trasmettere un’immagine professionale e autorevole, mentre i plugin ti permettono di offrire un’esperienza di navigazione migliore e di permettere all’utenza di iscriversi alla tua newsletter.

Il blog aziendale deve essere veloce a caricarsi! Se la prima impressione è quella che conta e le tue pagine si caricano in 10 secondi, il tuo pubblico inizierà a storcere il naso e si parte con il piede sbagliato.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Opta per un tema responsive, cioè compatibile con dispositivi mobile e desktop. Devi assolutamente consentire ai tuoi utenti di leggere il blog anche usando il loro smartphone Android o iOS, oltre che al tablet o al computer dell’ufficio.

Come strutturare il sito aziendale

Generalmente per la visibilità aziendale si utilizzano queste sezioni:

1. Chi Siamo è la pagina dove viene presentata l’azienda con la sua storia, organizzazione e tutto quanto può essere utile per descrivere il proprio brand in modo autorevole.

2. Contatti è la pagina dove si mostrano tutti i modi per contattare la società. Sarebbe sempre bene inserire un indirizzo e-mail, il numero di telefono e un indirizzo postale. Oltre a questi classici contatti si può inserire una mappa dove è segnata l’ubicazione territoriale oppure riservare questa informazione in una apposita pagina chiamata Dove siamo.

3. Note legali e privacy è una pagina dove in termini legali viene esposta la policy di trattamento dei dati personali del sito, nel caso in cui raccogli queste informazioni dal pubblico che visita le tue pagine. Ad esempio nel caso di newsletter o modulo di contatto. Dovrai anche specificare se e come il sito utilizza i cookies tecnici o di profilazione per consentire la navigazione.

4. Servizi o Prodotti è la pagina per descrivere il servizio o il prodotto in vendita. Qualora avessi un e-commerce potresti creare un’intera sezione da dedicare al catalogo con la possibilità di acquisto diretto online.

5. Blog è la sezione dove pubblicherai tutti i contenuti informativi secondo il piano editoriale di content marketing.

Cosa scrivere nel blog

A questo punto ti starai chiedendo cosa dovrai scrivere o quali argomenti trattare nel blog.

La domanda è: cosa vuole sapere il tuo pubblico?

Sembrerà banale, ma il modo più semplice ed efficace per avere un blog di successo è riuscire a centrare in pieno le esigenze del tuo target.

Ad esempio se vendi servizi di pulizia, probabilmente potresti scrivere un articolo sulle tecniche per pulire un locale o su nuove tecnologie per ottimizzare la velocità del servizio.

Insomma, dato che conoscerai benissimo il tuo settore perché già ci lavori, dovrai creare una lista di titoli e articoli per spiegare le domande più frequenti e attirare l’interesse del tuo pubblico.

Scrivendo questi testi acquisirai autorevolezza e probabilmente qualche visitatore che ancora non conosci si metterà in contatto con la tua azienda diventando un lead e potrebbe persino diventare un nuovo cliente.

Come avrai capito è fondamentale definire di cosa parlare nel blog e il modo migliore per scoprirlo è parlare con i tuoi clienti e farti aiutare dal Google keyword planner tool, ossia uno strumento che ti mostrerà molte idee correlate ai tuoi argomenti facendoti sapere quante persone mediamente ricercano quel determinato argomento.

Bilanciando il numero di ricerche mensili con l’interesse del tuo pubblico sarai in grado di scrivere articoli su temi molto interessanti e a quel punto il successo starà solo alla tua abilità di scrittore o del copywriter che assumerai.

Il blog necessita di un calendario di pubblicazione, in modo da avere un progetto ben definito con date precise su quando un articolo sarà pubblicato per poter organizzare le risorse dedicate alla scrittura.

Usando WordPress puoi pianificare gli articoli nelle date future che preferisci e tutto sarà pubblicato automaticamente quando sarà il momento.

Come misurare il successo del blog

Avere un blog di successo non è un’impresa semplice e sicuramente richiede tempo. Dopo almeno 6 mesi dall’inizio di questa strategia potresti già iniziare a tirare qualche conclusione, soprattutto verificando se il trend del numero di visitatori giornalieri è stabile, in discesa oppure in salita.

Innanzitutto devi sapere che per venire a conoscenza di quante persone sono sul tuo sito dovresti installare Google Analytics, un servizio offerto gratuitamente per analisi statistica degli accessi sul tuo blog.

Oltre a monitorare periodicamente queste analisi, dovresti verificare quali sono le pagine più visitate e quali sono quelle in cui le persone si soffermano più tempo.

statistiche successo

Con questi dati potresti renderti conto quali sono i contenuti che piacciono di più e in futuro dovresti puntare ad ampliarli e approfondirli.

Un’altra metrica importante per il tuo brand è l’impatto sui social network come Facebook e Twitter. Utilizzando i migliori plugin per WordPress sarai in grado di consentire ai visitatori di condividere ogni tuo articolo e massimizzerai le possibilità di far conoscere il tuo marchio ad una fetta di pubblico ancora maggiore.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)