Creare Blog WordPress Multilingua

Impara a creare un blog WordPress multilingua con plugin gratuiti o a pagamento, senza commettere i classici errori SEO quando si organizza un progetto internazionale.

Perché fare un sito multilingua?

Se non ti accontenti di avere un pubblico italiano ma vuoi proporre i tuoi contenuti o servizi ad un mercato estero, è opportuno mettere in pratica alcuni accorgimenti per offrire testi in altre lingue e ricevere visitatori internazionali.

Ti avviso subito che i vari plugin con traduzioni automatiche in stile Google Translate non sono una buona soluzione.

Sicuramente è vero che risparmierai denaro per le traduzioni, ma da un lato utente spesso sono frasi incomprensibili e in ottica SEO non sono ben viste.

L’unica soluzione professionale ed efficace è tradurre manualmente tutti i contenuti per servirli al pubblico di ogni lingua secondo una struttura ben organizzata.

Struttura di un sito multilingua

A livello di Search Engine Optimization hai a disposizione alcune scelte relativamente alla struttura dell’URL a seconda del tuo obiettivo.

Usa un sottodominio

Se desideri avere pagine con contenuti nettamente diversi tra i siti mantenendo lo stesso dominio. Se ad esempio nel mercato francese vuoi pubblicare alcuni articoli o sezioni che non saranno presenti nel mercato spagnolo.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Se opti per questa scelta avrai de.azienda.com con separazione fisica di ogni lingua e una buona flessibilità in caso di interventi strutturali.

Registra un dominio apposito con estensione nazionale

Da un punto di vista SEO la maniera più efficace è avere un dominio apposito per ciascuna lingua. Per il pubblico italiano dovrai registrare azienda.it, per la Francia azienda.fr e per la germania azienda.de.

Il dominio nazionale ha un targeting geografico chiaro e viene generalmente preferito nei risultati di ricerca rispetto ad avere un unico grande sito con sottocartelle o sottodomini.

D’altra parte è una soluzione costosa perché dovrai gestire più siti separati e rispettare eventuali requisiti ccTLD in base all’estensione.

Una sottocartella per ogni lingua

Una struttura con sottocartella è sicuramente facile e veloce da implementare usando i vari plugin WordPress, ma avrai meno vantaggi SEO, anche se il targeting geografico è segnalabile a Google tramite Search Console.

Seo su un blog multilingua

Per migliorare l’indicizzazione, nella sezione head di ogni pagina dovrai usare appositi tag per segnalare che è un progetto multilingua con pagine tradotte.

Con rel=”alternate” indichi a Google che esiste un’altra pagina con lo stesso contenuto disponibile nella lingua specificata dal tag hreflang=”es”, a cui segue l’URL con il corrispondente articolo tradotto..

Plugin WordPress per siti multilingua

Uno dei migliori plugin per gestire un sito multilingua è sicuramente WPML che con un semplice tocco del mouse consente di aggiungere una nuova versione a ogni post, specificando a quale lingua appartiene e definendo anche il meta title e meta description.

WPML plugin

Questo plugin è compatibile con tutte le 3 soluzioni di struttura URL definite poco sopra ed è uno dei più usati al mondo.

Ecco alcune delle lingue che potrai avere nel tuo sito WordPress usando questo addon.

  • Cinese
  • Inglese
  • Francese
  • Tedesco
  • Spagnolo
  • Italiano
  • Russo
  • Giapponese

Con WPML puoi persino tradurre l’area di amministrazione e altre componenti grafiche per personalizzare totalmente la navigazione in un’altra lingua.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)