Indicizzazione Siti Web su Google

La guida per indicizzare un sito web su Google in 24 ore. Impara a richiedere una indicizzazione rapida del tuo blog su Google.

Dopo aver completato la creazione del sito, ti starai chiedendo quanto tempo dovrà passare prima di ricevere nuove visite e iniziare a guadagnare.

Finché non metti in campo una strategia per aumentare le visite probabilmente la situazione resterà stagnante, ma prima ancora di questo passo è essenziale che il tuo sito sia presente nell’indice di Google.it altrimenti nessuno ti troverà nei risultati di ricerca.

Cosa è l’indicizzazione su Google?

L’indicizzazione sui motori di ricerca avviene attraverso il passaggio di un bot sul tuo sito, in questo caso Googlebot, che scansiona ogni pagina con la fase di crawling, la salva in cache e grazie agli algoritmi determina la posizione nei risultati di ricerca.

Se il tuo blog non risulta essere nell’indice di Google, significa che non riceverai traffico da visitatori che effettuano ricerche su questo portale.

Come verificare se il tuo blog è indicizzato?

Esiste un particolare operatore su Google.it che ti consente di sapere quali pagine di qualsiasi sito sono presenti nel loro indice e quindi verificare immediatamente se Googlebot è già passato o meno dal tuo nuovo sito.

site:http://www.wpefficace.it

Sostituendo ovviamente il tuo dominio dopo l’operatore site: potrai controllare immediatamente se è avvenuta l’indicizzazione e soprattutto a che punto è, considerando che quando il processo sarà completato dovresti vedere tutti gli articoli e pagine che hai pubblicato finora.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Problemi di indicizzazione

Se il tuo blog non è ancora stato indicizzato, potrebbero esserci alcuni problemi che adesso affrontiamo di seguito.

Controlla il file robots.txt

Robots.txt è un semplice file di testo da inserire nella root del tuo sito per indicare a Googlebot se alcune sezioni del blog sono da saltare perché vuoi tenerle private ed evitare che siano rese pubbliche.

La struttura è molto semplice e se vuoi consentire l’indicizzazione di tutte le pagine puoi aprire il software Blocco Note, scrivere la seguente formula e salvare il file con nome robots.txt

User-agent: *
Disallow:

Verifica i meta tag noindex

In WordPress, nella scheda Impostazioni > Lettura c’è una spunta accanto a Scoraggia i motori di ricerca che assolutamente devi togliere se desideri essere visibile nei risultati di Google.

Se hai attivato altri plugin SEO, assicurati che nella sezione head delle tue pagine non ci sia il tag robots con i seguenti valori, altrimenti va rimosso.

<META NAME="ROBOTS" CONTENT="NOINDEX, NOFOLLOW">

Se tutto quanto esposto finora è applicato nel tuo blog, allora sei pronto per richiedere a Google di essere indicizzato.

Crea una sitemap

Un file sitemap.xml è una sorta di indice di tutti i post e pagine contenute nel tuo sito, per consentire ai motori di ricerca di capire immediatamente la struttura e seguire tutti i riferimenti per velocizzare la procedura di crawling.

Usando il plugin Yoast SEO, la sitemap viene automaticamente generata in questo file sitemap_index.xml e non dovrai fare nulla.

Come richiedere di essere indicizzato?

Esistono vari modi e solitamente non ne hai nemmeno bisogno perché Google passa da solo, ma vediamo comunque le procedure se ciò non dovesse accadere.

Search Console

Registrati nello strumento gratuito Search Console o Webmaster Tools di Google e aggiungi il tuo sito.

Richiesta diretta a Google

Nella scheda Crawl > Fetch as Google potrai richiedere che venga indicizzata una determinata pagina o tutti i links collegati ad essa.
search console indicizzazione

Invia la sitemap

Nella scheda Sitemap puoi specificare l’URL della sitemap per migliorare ulteriormente la velocità di crawl del tuo sito.
sitemap search console

Promuovi il tuo link

Ricorda che Google può arrivare al tuo sito perché trova il link su pagine già indicizzate di altri portali ed è proprio per questo che puoi velocizzare le cose se vieni menzionato in altri siti.

Ad esempio puoi installare Google Analytics, indicare il tuo sito nei tuoi profili sui social network o pubblicarlo in alcune directory di settore.

Quanto tempo serve per l’indicizzazione del blog?

Generalmente se segui tutti i consigli esposti sopra, non dovrebbero passare più di 48 ore prima di comparire nei risultati di ricerca.

Ora che il tuo blog è finalmente visibile puoi iniziare a concentrarti sulla produzione di contenuti di qualità per i tuoi visitatori.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)