Direct E-mail Marketing o DEM

Ecco cosa è il direct e-mail marketing o DEM e perché utilizzare questa strategia nel tuo blog personale o aziendale.

Spesso si sente parlare di campagne DEM o e-mail marketing, ma ti sei chiesto esattamente di cosa si tratta?

Se hai già un blog, saprai benissimo che uno degli strumenti per misurarne il successo è il monitoraggio del traffico, ma uno degli asset che potresti creare è una mailing list, che in parole povere significa avere una lista di persone iscritte che desiderano ricevere consigli e informazioni sull’argomento trattato nel tuo sito.

Destinatari a cui inviare le e-mail

Avrai ormai capito che l’e-mail marketing è una strategia di comunicazione che consente di inviare messaggi di varia natura a un pubblico targettizzato, ma dove si prendono i destinatari?

Il modo migliore, ma più complesso di usare questa strategia è di raccogliere iscritti e indirizzi e-mail direttamente ai propri lettori nel proprio blog, magari offrendogli una guida pratica se decidono di lasciarti il proprio indirizzo di posta elettronica.

L’alternativa è di acquistare dei pacchetti presso altre società, ossia le tue e-mail promozionali verranno inviate a database di migliaia di persone iscritte in mailing list di varia natura presso altri portali.

Nel giro di 24 ore, grazie ai grandi volumi di destinatari, potresti ottenere una visibilità che avresti altrimenti in un anno e potrebbe essere una buona soluzione per lanciare un nuovo prodotto sul mercato.

Nonostante questo metodo ti possa dare grandissima visibilità, purtroppo il target di riferimento è molto vario (definito per geolocalizzazione o per argomento), non ti conosce e di conseguenza il tasso di conversione all’acquisto sarà estremamente basso.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

D’altra parte si spera che i destinatari abbiano davvero dato il proprio consenso a ricevere e-mail promozionali, perché può accadere che questi database vengano costruiti senza adeguatamente informare ciascun iscritto.

Come fare e-mail marketing efficace

Esistono vari modi per comunicare con il proprio pubblico tramite e-mail, ma principalmente esistono due categorie tra le più usate dai marketers italiani.

Ci sono blog che usano le classiche newsletter, ossia periodicamente vengono inviate ai propri iscritti tutti i nuovi articoli pubblicati sul sito invitandoli a leggerli.

Esistono anche campagne ben più articolate, che con l’aiuto di un autorisponditore, consentono di preimpostare una sequenza di e-mail che saranno inviate in date prestabilite per intrattenere e presentare prodotti secondo una logica ben studiata.

Come usare un autorisponditore

Grazie alla nascita degli autorisponditori come Aweber, quando un iscritto entra nella tua mailing list, riceverà immediatamente una prima e-mail di benvenuto con consigli e informazioni utili sull’argomento trattato nel tuo sito.

Nei giorni successivi verranno inviate altre e-mail che continueranno a creare una relazione offrendo altri contenuti di valore.

Questa sequenza di messaggi può durare un mese, 6 mesi, un anno o per diversi anni in base alla tua nicchia di mercato. L’importante è scrivere le e-mail in anticipo e pianificarle secondo intervalli e date prestabilite.

Con questo sistema automatico, ogni iscritto partirà da zero ed entrerà nel cosiddetto funnel o imbuto che lo porterà successivamente a comprare un tuo prodotto o servizio, grazie ai messaggi che riceverà automaticamente.

Esempi di campagne DEM

Se hai un blog di viaggi in Malesia, potresti far iscrivere i visitatori offrendo in cambio un report sulle mete turistiche in Malesia.

Dopo 2 giorni, sarà programmato l’invio di una e-mail sui documenti da possedere per i viaggi in Malesia.

Dopo una settimana, l’iscritto riceverà una guida al tour organizzato che propone la tua azienda.

In questo modo, appassionando il lettore e fornendo consigli utili al suo viaggio, sarà molto più probabile che acquisterà il viaggio dalla tua azienda piuttosto che da un altro sito.

DEM e SPAM

Nella pratica, inviare la medesima offerta o anche promozioni diverse allo stesso target di pubblico può risultare noioso e persino fastidioso.

Insomma, non puoi continuare a mandare pubblicità o alla lunga qualcuno si lamenterà facendo segnalazioni di SPAM al proprio provider di posta elettronica.

Questo è un grave problema perché dopo un certo numero di segnalazioni, il tuo mittente potrebbe essere inserito in apposite liste nere e i tuoi messaggi finiranno automaticamente nella casella spam dei tuoi utenti.

Significa che sempre meno persone leggeranno le tue comunicazioni e otterrai ancora meno risultati.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)