Area riservata WordPress

Creare un’area riservata nel tuo sito WordPress è un’operazione più o meno complessa in base alle tue necessità.

WordPress è così flessibile che permette di gestire una vera e propria area privata per rendere accessibili tutti o solo determinati contenuti ad alcuni utenti speciali.

In questo tutorial vediamo nel dettaglio quali sono i casi più diffusi con una soluzione per ciascuna richiesta.

Come rendere tutto il sito privato

Il plugin f(x) Private Site è perfetto se hai la necessità di usare un sito per fini interni alla tua azienda e desideri che nessun visitatore esterno possa ficcare il naso e vedere i contenuti che hai pubblicato.

f(x) Private Site

L’utilizzo è molto semplice perché si integra con le impostazioni native di WordPress e consente di proteggere tutto il contenuto del sito, incluso il feed RSS che spesso viene utilizzato dai curiosi.

Potresti usare f(x) Private Site anche per preparare il tuo sito prima della data effettiva del lancio sul mercato.

Dopo aver attivato questo addon potrai renderlo funzionante in tutto il sito andando in Impostazioni > Lettura e mettendo la sputna sulla casella Redirect all logged-out users to login.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

f(x) Private Site configurazione

Come hai visto, il funzionamento è semplicissimo! Se un utente non ha effettuato il login verrà automaticamente reindirizzato alla pagina di login del sito e sarà costretto ad accedere per poter vedere qualsiasi contenuto.

Come rendere privati solo alcuni post o pagine

Se hai un blog e hai una determinata risorsa o articolo che vuoi rendere accessibile solo agli iscritti a WordPress è possibile installare Restrict Content by Role.

restrict content by role

Il funzionamento della restrizione si basa sui ruoli degli utenti WordPress: Amministratore, Editore, Autore, Contributore e Sottoscrittore.

Puoi scegliere se mostrare una pagina solo agli editori, ma non ai sottoscrittori oppure solo agli autori ma non ai contributori e sottoscrittori.

In particolare puoi decidere oltre a queste combinazioni, anche in quale specifico articolo abilitare la restrizione.
Puoi impostare una regola di default per non far accedere i sottoscrittori a tutti i post, ma aggiungere un’eccezione per uno specifico articolo. Insomma hai la facoltà di essere molto flessibile.

Quando un utente non autorizzato accede a un contenuto protetto viene in automatico reindirizzato a un URL che puoi definire in anticipo e personalizzare.

restrict content by role impostazioni

Creare un’area privata con gestione dei pagamenti

In questo caso le cose si complicano ed è preferibile acquistare un plugin di membership o area membri o area premium.

Questi plugin, tra cui il famoso DigitalAccessPass, sono soluzioni all in one che racchiudono la gestione dei pagamenti tramite Stripe, PayPal, Clickbank e altre piattaforme di pagamento famose in italia e all’estero.

Molti tra questi offrono anche un autorisponditore integrato, la gestione della fatturazione, il content dripping a intervalli periodici e molte altre funzioni definite dal webmaster.

Con queste soluzioni appena un utente effettua il pagamento, automaticamente potrà accedere all’area privata e visionare i contenuti che prima erano protetti.

Il tutto accade senza nessun intervento da parte tua perché avviene in automatico tramite IPN, INS e altri tipi di comunicazione tra le piattaforme di pagamento e il tuo plugin WordPress.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)