Trasferimento Domini: Procedura e Tempi

Vuoi fare il trasferimento di un dominio da un provider a un altro? Ecco la procedura dettagliata e i tempi richiesti.

Perché trasferire un dominio?

Le ragioni per decidere di spostare un sito da un registrar a un altro sono molteplici.

Ci sono società che fanno pagare un dominio .it 15€, mentre altre solo 8€ e non c’è una maggiore qualità, perché la registrazione è solo una semplice procedura burocratica.

A livello economico, avere 10 domini con 10 hosting diversi è una bella spesa. Sarebbe molto più conveniente avere un hosting performante a cui vengono puntati tutti i domini, in modo da risparmiare parecchio.

Se questa è la tua situazione, allora acquista un hosting multidominio e registra ciascun dominio su un provider che consente di gestire e modificare i DNS, ossia quei record che vanno a definire su quale hosting si trovano i files del tuo sito.

Se invece non puoi modificare i DNS di ciascun dominio, allora dovrai effettuare il trasferimento di ciascuno presso un Registrar che offre maggiore flessibilità, come OVH.

Tempi per trasferire un dominio

Per quanto riguarda le tempistiche necessarie per spostare un dominio da un registrar ad un altro, devi sapere che tutto dipende dalla professionalità delle parti in gioco.

Per mia esperienza personale, il trasferimento da Register.it a Ovh.it impiega circa 4-5 ore. Presso altri provider ho dovuto attendere fino a 10 giorni.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Procedura passo passo

Vediamo di seguito come si fa a trasferire un dominio in pochi semplici passi.

Requisiti per iniziare il trasferimento

Prima di iniziare verifica che le informazioni dell’intestatario siano corrette, perché probabilmente sarai contattato durante la procedura e dovrai verificare di essere proprio tu, ad esempio cliccando un link segreto nell’indirizzo e-mail usato all’atto di registrazione iniziale.

Ovviamente l’indirizzo e-mail non deve essere sullo stesso dominio che stai trasferendo altrimenti potrebbe esserci qualche problema di ricezione durante la procedura. Usa una casella di posta appartenente a un altro sito o di un servizio gratuito come gmail o hotmail.

Ricorda inoltre che secondo l’ICANN non puoi iniziare la pratica se hai registrato o trasferito questo dominio negli ultimi 2 mesi. In base all’estensione del dominio, ossia .com .net .it .org .eu, si applicano regole a volte diverse in termini di tempistiche e requisiti.

Anche in base ai registrar in gioco potrebbe cambiare leggermente la procedura, considerando che i provider chiamati in gioco sono grandi società come Aruba, Register, OVH, Godaddy e ServerPlan.

Richiedi il codice di trasferimento

A questo punto puoi iniziare la vera e propria procedura, richiedendo di sbloccare il dominio al registrar. Devi sapere che per evitare furti, i domini sono bloccati di default, ossia non possono essere trasferiti se si trovano nello

Nel pannello di controllo, troverai una dicitura che ti consente di ottenere per e-mail un codice di autorizzazione per il trasferimento, detto anche Authorization Code, Auth-Info Code, EPP o transfer code che corrisponde a una stringa di 6-32 caratteri consecutivi.

Acquista il servizio di trasferimento

Presso il nuovo Registrar dovrai inserire il dominio come se fosse una nuova registrazione e automaticamente ti dirà che è già registrato e può essere solo trasferito.

Dovrai continuare la procedura, inserendo il codice Auth-info che hai ricevuto poco prima per e-mail ed effettuare subito il pagamento.

Durante l’ordine puoi anche decidere per quanti anni possedere il dominio e un eventuale servizio di oscuramento dei tuoi dati personali nei registri pubblici per tutelare la tua privacy.

Conferma la richiesta di autorizzazione

Entro breve riceverai una e-mail (in alcuni casi non sarà nemmeno necessaria) contenente un link da cliccare per verificare che stai davvero autorizzando l’inizio della procedura.

Fino a quando non compierai questa azione, la pratica non potrà proseguire.

Modifica i record DNS

Se il nuovo Registrar non ha modificato da solo i record DNS, il tuo sito potrebbe risultare inaccessibile per tutta la durata della procedura di trasferimento.

Assicurati di impostare i DNS corretti, dal menù Gestione DNS presso il nuovo provider.

Nel giro di 24 ore dopo la modifica dei DNS dovresti vedere il sito funzionante e la procedura sarà completata.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)

E tu cosa ne pensi?

Ricevi le migliori guide WordPress via WhatsApp

GRATIS E TI CANCELLI QUANDO VUOI
ISCRIVITI GRATIS

Crea grafiche e marketing VINCENTI

PROVA GRATIS E TI CANCELLI QUANDO VUOI
PROVA GRATIS
Crea gratis grafiche e marketing vincenti.
PROVA GRATIS