Ruoli WordPress

Tutti i ruoli di un blog WordPress. Gli utenti registrati a WordPress possono avere determinati ruoli con funzioni specifiche.

La gestione dei ruoli degli utenti è definita dal core di WordPress e possiamo dire che di default i ruoli predefiniti che un utente può avere sono cinque.

Perché usare ruoli diversi?

Quando gestisci un blog e hai a che fare con alcuni collaboratori può succedere che qualcuno di questi con meno esperienza possa incidentalmente o volutamente creare problemi.

Se lasciassi accesso totale a tutti i collaboratori potresti ritrovarti con un blog malfunzionante perché qualcuno ha installato un plugin non necessario oppure qualcuno modifica i post di altri senza permesso.

Per risolvere queste problematiche, con WordPress sarai tu a decidere chi e cosa può fare all’interno del tuo blog.

Ma vediamo nel dettaglio tutti i permessi e privilegi che possiede ciascuno di questi tipi di utente.

Amministratore

Quando crei un blog WordPress è necessario attivare un utente con il ruolo di amministratore per poter configurare e gestire il sito.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Si tratta del ruolo con più permessi in assoluto, perché potrai aggiungere nuovi post e pagine, oltre a potere modificare e eliminare i testi pubblicati da altri utenti nel sito.

Puoi anche aggiungere plugin e template grafici per personalizzare tutte le funzionalità di cui il blog è dotato.

Infine, in qualità di amministratore puoi approvare, modificare, cancellare o aggiungere altri utenti, con accesso alle loro informazioni.

Editore

Un gradino più in basso c’è l’editore che non ha accesso alla gestione funzionale e strutturale del blog, ma ha pieno controllo sul lato contenutistico.

Un editore può aggiungere, modificare e rimuovere articoli, anche se scritti da altri utenti, oltre ad avere accesso a tutte le funzionalità di moderazione dei commenti.

Autore

In qualità di autore, un utente ha accesso alla funzionalità di scrittura dei propri post, con possibilità di rimuovere, modificare o aggiungere altri testi con l’unica limitazione di non poter aggiungere nuove categorie.

Un’altra limitazione è l’inibizione all’accesso della moderazione dei commenti, anche verso i propri post.

Contributore

I contributori hanno accesso ancora più limitato perché possono scrivere e modificare solo i propri post ma non possono pubblicarli definitivamente.

Non hanno facoltà di creare nuove categorie, anche se possono usare i tags.

Non possono moderare i commenti come gli autori, ma non hanno neanche il permesso di caricare immagini nei propri articoli.

Sottoscrittore

Il grado più basso dei ruoli disponibili in WordPress è il sottoscrittore può solo accedere all’area privata e modificare le proprie informazioni personali, ma non può scrivere nuovi articoli.

Come personalizzare i ruoli?

Esistono vari plugin che consentono di sovrascrivere le regole di default e attribuire altre funzioni ai vari ruoli degli utenti WordPress.
Capability Manager Enhanced

Ad esempio con il plugin Capability Manager Enhanced puoi creare nuovi ruoli e aggiungere o rimuovere permessi a ruoli già esistenti.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)

E tu cosa ne pensi?

Ricevi le migliori guide WordPress via WhatsApp

GRATIS E TI CANCELLI QUANDO VUOI
ISCRIVITI GRATIS

Crea grafiche e marketing VINCENTI

PROVA GRATIS E TI CANCELLI QUANDO VUOI
PROVA GRATIS
Crea gratis grafiche e marketing vincenti.
PROVA GRATIS