Codice Captcha Per WordPress

Ti mostrerò cosa è il CAPTCHA e tutti i vari tipi a disposizione per proteggere i form del tuo sito WordPress dagli attacchi di spam senza complicazioni tecniche.

A volte ti sarà già capitato di voler lasciare un commento su un blog o inviare un modulo di contatto, ma prima del completamento viene richiesto di inserire dei caratteri in un campo di testo.

Per la user experience può essere alquanto frustrante perché non è sempre facile riconoscere correttamente questi caratteri che spesso risultano ruotati o in un corsivo quasi incomprensibile.

In WordPress i plugin CAPTCHA consentono di mettere al sicuro varie sezioni, impiegando questo metodo con particolare frequenza per proteggere i commenti, nella pagina di registrazione di nuovi utenti e nel modulo di contatti.

Cosa sono i CAPTCHA

Questi strani codici sono detti CAPTCHA, un acronimo che sta per Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart.

Si tratta di una soluzione alquanto macchinosa per verificare che sia veramente un essere umano a voler inviare il form, onde evitare l’azione di bot automatici che potrebbero spedire centinaia o migliaia di finti commenti per intasare il server del webmaster.

Lo spam è ancora una piaga e per combatterlo si stanno utilizzando tutte le risorse creative degli sviluppatori.

Crea il tuo sito in 9 minuti

La nostra guida completa per creare il tuo sito WordPress dalla A alla Z in 9 minuti senza essere un esperto.

➤ Vai alla guida

Vantaggi e Svantaggi di usare un CAPTCHA

Il vantaggio principale è l’abbattimento delle richieste automatiche e spam all’interno del sito.

D’altra parte lo svantaggio è la totale inutilità nel caso di SPAM manuale, ossia utenti che inviano ripetutamente commenti con link o abusano del servizio.

In secondo luogo spesso molti utenti vedendo il codice sono dissuasi dal completare l’azione e preferiscono andarsene o peggio ancora compilano in modo errato e per la frustrazione dell’errore hanno un’esperienza negativa di navigazione.

Tipi di CAPTCHA

Per combattere ancora meglio le richieste automatizzate si sono diffuse varie tipologie di CAPTCHA.

Codice e Audio

Uno dei progetti più popolari è sicuramente ReCaptcha, ormai gestito da Google, che consente di implementare facilmente un box dove viene generata una immagine con delle parole da ricopiare nell’apposito campo di input.

Pensando all’accessibilità di visitatori non vedenti è disponibile anche il bottone per ascolta una voce che detta il codice da inserire.

recaptcha

Riconoscimento di immagini

Vari servizi chiedono di riconoscere una determinata immagine tra alcune proposte e cliccarla. Se la risposta sarà corretta, il form verrà inviato.

Questa interazione è sicuramente più piacevole per l’utente medio che sarà più incline a inviare comunque la richiesta.
captcha immagine

CAPTCHA 3D

I captcha 3d sono immagini in tre dimensioni e sono particolarmente difficili da riconoscere per l’utente medio.
3d captcha

CAPTCHA matematici

Esistono poi delle vere e proprie domande di matematica dove viene richiesto il risultato. Spesso sono domande semplici ma alcuni script richiedono veri e propri calcoli che l’utente medio non ha né voglia né tempo di risolvere.

Al di là del tipo che deciderai di usare, ricorda di verificare l’esperienza dei tuoi utenti, perché l’obiettivo è ridurre lo spam, non i visitatori legittimi.

Può capitare che prenderai la decisione di subire attacchi e cancellare periodicamente tante richieste o commenti fasulli pur di salvaguardare l’esperienza delle persone reali che navigano le pagine del tuo sito.

Perché non condividi questo articolo? Grazie!

The following two tabs change content below.

Federico Magni

Ciao, sono Federico Magni e mi occupo di WordPress dal 2007. Vorrei offrirti risorse gratuite e consigli pratici per rendere più efficace il tuo sito e ottenere i risultati che ti meriti in termini di visite, vendite e iscritti.

Altri articoli di Federico Magni (vedi tutti)